Panarea

ITA030025 ISOLA DI PANAREA E SCOGLI VICINIORI – SITO SIC

Comune di Lipari ME – 262,58 Ha

L’isola è la più antica dell’arcipelago la cui emersione risale a circa 600 mila anni fa; infatti non esistono edifici vulcanici ben conservati. Il versante occidentale è quello più impervio e inaccessibile con falesie e canaloni scoscesi. Il versante occidentale invece degrada lentamente verso il mare ed è panarea-2quello interessato dagli abitati e coltivi. In prossimità di Panarea sono presenti dei grossi isolotti ricoperti da vegetazione naturale. La vegetazione è rappresentata soprattutto dalla macchia e da cespuglieti di Ginestra, mentre rari sono i boschi di Querce castagnare di cui rimangono limitati lembi. Ben rappresentati sono gli aspetti casmofili ricchi di specie endemiche, per alcune delle quali, Panarea è l’unica stazione nota dell’arcipelago. Lungo la costa si rinvengono panareaformazioni alofile a Limonio e garighe a Perpetuino delle scogliere.Fra le comunità vegetali meglio conservate sono dacitare quelle alofile costiere e quelle casmofile degli ambienti rocciosi. Da punto di vista floristico l’isola risulta la più rilevante di tutto l’arcipelago, in quanto qui si localizzano specie assenti nel resto delle altre isole. Significativo è il passaggio, in particolare in periodo autunnale, dei passeriformi; abbondanti sono Turdidi e Silvidi. Tra i nidificanti le presenze più rilevanti sono rappresentate dalle colonie di Falco della regina, allocate sulle falesie rocciose. Tra i passeriformi di rilievo la presenza della Magnanina. L’habitat dell’isola consente di ospitare una fauna relativamente ricca con alcune specie endemiche, talora del solo arcipelago eoliano.

Comments are closed.