Capo Peloro

 

Tipologia itinerario Via terra
Modalità di fruizione A piedi
Localizzazione- partenza e arrivo Messina, Ganzirri, via Consolare Pompea, presso la chiesa di San Nicola
Comuni attraversati dal percorso Messina
Strada da percorrere per arrivare al punto di partenza Da Messina centro procedere verso nord e prendere Via Vittorio Emanuele II, Viale della Libertà e Str. Panoramica dello Stretto/SP43bis in direzione di Via Consolare Pompea/SS113dir
Descrizione generale Questa passeggiata si snoda attraverso la riserva naturale di Capo Peloro, posta sul lembo estremo della Sicilia, ai margini dello Stretto di Messina, in un’area antropizzata ma di grande valenza paesaggistica. Un habitat unico che ospita specie botaniche acquatiche autoctone ed endemiche e permette la sosta di molti rapaci migratori. La riserva si compone della laguna di Ganzirri, della laguna di Faro, sito inserito nel Water Project dell’UNESCO, dei canali di collegamento e degli arenili. Lungo il tragitto si trovano la Torre Saracena, il Pilone, traliccio che in passato permetteva il collegamento elettrico attraverso lo Stretto, la Torre degli Inglesi che ospita il MACHO Museo d’arte contemporanea Horcynus Orca.
Lunghezza 8 km
Tempo di percorrenza 5/6 h
Tipo di itinerario Anello
Difficoltà (scala CAI) T: Turistico
Equipaggiamento consigliato · scarpe da trekking o da ginnastica
· pantaloni corti/lunghi
· 1 maglietta di ricambio
· felpa o giacca a vento
· berretto /cappello
· acqua
Accessibilità Autobus di linea n. 79 fino a Ganzirri. Possibilità di parcheggio in prossimità della chiesa di San Nicola.
Condizioni del tracciato e del fondo percorso Strada asfaltata

 

mappa-capo-peloro

Comments are closed.