Area marina di Capo Peloro

ITA030008 CAPO PELORO – LAGHI DI GANZIRRI – SITO SIC

Comune di Messina ME – 60,25 Ha

Nell’estrema punta settentrionale della provincia di Messina si trovano i due laghi costieri (Laghi di Ganzirri) e, soprattutto, lo Stretto di Messina che rappresenta un acapopelorombiente di grande interesse naturalistico oltre che paesaggistico che ha caratteristiche uniche in tutto il Mediterraneo. Rappresenta il punto di incontro di due bacini (il Tirreno e lo Ionio) le cui masse d’acqua hanno caratteristiche diverse creando un ambiente con forti correnti e turbolenze. Tali caratteristiche idrodinamiche sono dovute, tra l’altro, a moti di marea intensificati da fasi in opposizione nello Ionio e nel Tirreno e un rimescolamento di acque calde e superficiali del Tirreno con masse fredde intermedie dello Ionio. Un fenomeno, quest’ultimo, che favorisce l’insediamento di biocenosi particolari e uniche in Mediterraneo. Interessante è capo-peloroanche la presenza di una prateria a Posidonia oceanica che si estende da Ganzirri a Messina. L’area è interessata inoltre da un ampio flusso migratorio di Fringillidi, sia in periodo primaverile che autunnale. Da non sottovalutare infine la particolare malacofauna di questi ambienti lacustri, che ospita popolazioni talora molto differenziate ed esclusive di questo particolarissimo ecosistema acquatico.
Dal punto di vista idro-geologico si tratta di un’area depressa con fondali rocciosi frammisti a limo e sabbia alimentata da acque marine attraverso dei canali di collegamento con la riva e da acque meteoriche. Sotto il profilo climatico l’area risulta interessata da un bioclima termomediterraneo subumido con precipitazioni medie annue intorno agli 800 mm e temperature medie annue di 18 °C.

Comments are closed.