Dorsale – Puntale Fragà

 

Tipologia itinerario Via terra
Modalità di fruizione A piedi – a cavallo – in mountain-bike
Localizzazione- partenza e arrivo Messina, Santuario della Madonna di Dinnamare
Comuni attraversati dal percorso Messina
Strada da percorrere per arrivare al punto di partenza

Imboccare Viale Giostra e Str. S. Michele – Portella Castanea in direzione di Strada Provinciale 50bis/SP50bis e seguire la Strada Provinciale 50bis/SP50bis fino a Località Dinnammare.

Descrizione generale

Piacevole escursione lungo la dorsale dei Peloritani fino a Puntale Fragà. Giunti al punto di partenza in località Dinnamare, si consiglia di visitare il Santuario della Madonna Dinnamare, dal latino “Bimaris” che significa due mari, chiamato così perché da quel punto è possibile osservare sia il mar Tirreno che il mar Ionio. Ultimata la visita si inizia il trekking lungo la dorsale fino a Puntale Fragà potendo ammirare i magnifici paesaggi offerti da questa passeggiata in cresta. La maggior parte della superficie della fascia montana su cui ricade il percorso, un tempo ricoperta da boschi, è oggi occupata da arbusti tipici della macchia mediterranea. Lungo il crinale della dorsale dei Peloritani, a causa delle condizioni metereologiche estreme, la vegetazione è invece costituita da piccoli arbusti e specie erbacee come l’origano (origanum heracleoticum) e la viola messinese (viola aethnensis subsp. messanensis).

Lunghezza 12 km
Dislivello 250 m
Altitudine massima 1110 m s.l.m.
Tempo di percorrenza 6/7h
Tipo di itinerario Andata e ritorno
Difficoltà (scala CAI) E: Escursionistico
Equipaggiamento consigliato · scarponcini da trekking
· pantaloni corti/lunghi
· 1 maglietta di ricambio
· felpa o giacca a vento
· berretto /cappello
· almeno 1,5 litri acqua per persona
· colazione al sacco
Accessibilità Auto o pullman, possibilità di parcheggio nei pressi del Santuario di Dinnamare
Condizioni del tracciato e del fondo percorso Sterrato

 

mappa-puntale-fraga

Comments are closed.